La fotografia industriale è un ramo fondamentale per la comunicazione aziendale perché riassume i valori dell’azienda in un formato visuale di immediata comprensione: le immagini. L’essere umano è per sua natura abituato a prendere una decisione o a comprendere un’informazione prima con gli occhi e poi con gli altri sensi e con il ragionamento. È per questo che la fotografia è il mezzo o lo strumento di comunicazione aziendale irrinunciabile se si desidera prendersi cura dell’immagine e della reputazione esterna ed interna.

Definizione di fotografia industriale

La fotografia industriale è il racconto dei processi di produzione e realizzazione di beni e prodotti. Questa consiste nell’immortalare gli strumenti, i macchinari e i laboratori animati da volti e processi seguendo un filo narrativo volto a mostrare il meglio dell’azienda. Difatti sarebbe riduttivo semplificare la definizione di fotografia industriale come un semplice reportage dei processi di lavoro, perché l’obiettivo non è quello di creare un inventario dell’azienda ma mostrare all’esterno quali sono i valori e i punti forti.

Quindi il risultato di uno shooting fotografico di tipo industriale sarà un mix tra esigenze comunicative, pubblicitarie, artistiche e si, anche creative. Luci e inquadrature non sono affatto scontate così come i livelli di esposizione, l’ordine dei soggetti e le modalità con cui le immagini saranno rese fruibili. La fotografia industriale, quindi, è l’incontro tra tecnica fotografica e azienda con l’obiettivo di inviare un preciso messaggio, ovvero di raggiungere attraverso le immagini un chiaro intento comunicativo.

Campi di applicazione della fotografia industriale

La fotografia industriale è un campo che per molti anni è stato snobbato dagli appassionati di “fotografia artistica”. Oggi non ha più senso distinguere la fotografia artistica da altri generi perché si può ben dire che qualsiasi sia lo scopo del fotografo il risultato sarà sempre di livello artistico, anche se l’obiettivo comunicativo è variabile. Per occuparsi di fotografia industriale ci vogliono competenze tecniche ma anche e soprattutto creative, senza le quali i servizi diventerebbero semplici cataloghi aziendali.

Per queste ragioni la fotografia industriale trova applicazione in tutto il mondo di beni e servizi che prevedano quartieri generali, laboratori, ambienti di produzione, materie prime, operai, dipendenti, tecnici e qualsiasi altro momento lavorativo fattualmente produttivo. I soggetti della fotografia industriale sono al tempo stesso i collaboratori e gli ambienti di lavoro che, per loro natura, possono essere al chiuso o all’aperto.

Obbiettivi e finalità: a cosa serve la fotografia industriale?

Per parlare di finalità della fotografia industriale bisognerebbe parlare prima di quelle del cliente perché queste coincidono con gli obiettivi di comunicazione e promozione. Quindi le finalità possono essere generali e specifiche a seconda del punto di vista da cui le osserviamo.

Nel primo caso ci riferiamo al mezzo su cui le foto saranno pubblicate o agli strumenti di marketing che serviranno a promuoverle. Nello specifico parliamo di cartelloni pubblicitari, riviste, social network, flyer, televisione, siti web, cataloghi ecc…

Le finalità specifiche, invece, sono quelle che riferirà il cliente che commissionerà il lavoro indicando lo spirito aziendale, gli obiettivi da raggiungere e quale messaggio deve assolutamente passare. Si tratta di una serie di considerazioni, riflessioni, impressioni e richieste che il cliente riferirà al professionista per il raggiungimento del risultato sperato e desiderato.

Perché affidarsi al professionista?

La fotografia è una competenza di elevato valore tecnico e professionale che non si può certo acquisire una tantum. Con ciò non vogliamo dire che nessuno possa scattare buone fotografie ma che, al contrario, per operare in ambito di fotografia professionale occorrono competenze acquisite e strumenti adeguati (come quelli che offriamo nei nostri servizi fotografici a Torino).

Per questo affidando il lavoro ad un professionista si otterranno risultati qualitativamente interessanti e comunicativamente efficaci. Il un professionista saprà operare le richieste del cliente adducendo le sue competenze tecniche e artistiche affinché venga raggiunto l’intento comunicativo preventivamente discusso.

L’intervento di un fotografo specializzato in shooting professionali prevederà una fase di consulenza con cui lo stesso cercherà di comprendere quali sono i desideri del cliente alla quale seguirà la creazione del progetto e la fase di scatto vera e propria. Il lavoro non si esaurisce certamente qui perché il professionista provvederà a riportare in studio il materiale prodotto per la fase conclusiva di post-produzione. Per tutte queste ragioni affidare il lavoro ad un professionista è una scelta saggia che si ripercuoterà positivamente sull’immagine e la reputazione dell’azienda.

CROMIE – AGENZIA DI COMUNICAZIONE

Corso Carlo e Nello Rosselli, 117 – 10129 Torino

3459635487

info@cromie.agency